TORTA DI ROSE SALATA (clicca e condividi)

INGREDIENTI

Per l’impasto:
  • farina di manitoba: 250 gr
  • farina 00: 250 gr
  • lievito di birra fresco: 1 cubetto
  • zucchero: 1 cucchiaino
  • sale: 1 cucchiaio raso
  • acqua tiepida: 175 ml
  • latte tiepido: 200 ml
  • fiocchi di patate: 1 cucchiaio
Per il ripieno:
  • salsa di pomodoro: 1 confezione
  • mozzarella: 300 gr circa
  • Origano: qb
  • Sale: qb
  • Pepe: qb
  • Prosciutto cotto a fette: 200 gr

PROCEDIMENTO

Ecco le istruzioni.
  1. Prendete una tazza e mettete l’acqua tiepida e lo zucchero, aggiungete il lievito fresco spezzettato e mescolate per farlo sciogliere. Prendete la planetaria e mettete dentro la farina 00 setacciata con la farina manitoba e con il sale, aggiungete il lievito e l’acqua e cominciate a impastate. Unite i fiocchi di patate e poi incorporate gradualmente il latte. Impastate per una decina di minuti fino ad avere un composto liscio e omogeneo, non appiccicoso. Se occorre aggiustate l’impasto con altra acqua (o latte) o con la farina. Togliete l’impasto dalla planetaria, formate una palla e fate lievitare al fresco per due ore.
  2. Prendete l’impasto e dividetelo in due parti, impastatelo per sgonfiarlo un po’ e poi stendetelo con il mattarello, dovete formare due rettangoli. Spalmate sopra la salsa di pomodoro insaporita con olio, sale, origano e una puntina di zucchero. Aggiungete la mozzarella (ben scolata) a pezzettini e le fette di prosciutto cotto. Arrotolate la pasta in modo da formare un salsicciotto, poi tagliatelo a fette spesse circa tre centimetri, chiudete ogni rosa nella parte inferiore per non far scivolare il ripieno. Prendete uno stampo a cerniera, imburratelo e poi mettete questi rotolini (con la parte tagliate rivolta verso l’alto) e un po’ distanziati tra loro. Fate lievitare ancora mezz’oretta (in inverno anche un’ora) e poi cuocete in forno preriscaldato a 200°C per 40 minuti circa. Con queste dosi viene una torta grande o due medie.
  3. Il ripieno lo potete fare come più vi piace, con il tonno, con le verdure, come melanzane, zucchine, funghi o peperoni. Sbizzarritevi a creare i ripieni che preferite anche sfruttando le potenzialità “svuota sfrigo” di questa ricetta.

2 commenti:

  1. Davvero interessante! Brava! Ci proverò anch'io appena possibile
    Bye
    Maurizia

    RispondiElimina
  2. è buonissima...quando proverai a farla fammi sapere come ti è venuta :)

    RispondiElimina